mercoledì 24 maggio 2017 21:30

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Instagram

Sport e disabilità, se ne parla con i campioni del ciclismo a Viterbo

Sport e disabilità, se ne parla con i campioni del ciclismo a Viterbo
Vittorio Podestà

VITERBO – Un appuntamento con lo sport ad alti livelli il 13 gennaio alle 17, presso le Terme Salus di Viterbo. Il grande campione della nazionale italiana handbike Vittorio Podestà, medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Rio 2016, insieme ad altri grandi ciclisti, parlerà del mondo sportivo e di quello della disabilità, visto attraverso gli occhi di chi la disabilità l’ha combattuta e vinta.

Un’occasione unica per ascoltare le testimonianze anche degli altri campioni, riuniti per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema: Mauro Cratassa, campione della nazionale handbike, Stefano Colagé, Andrea Gurayev, Massimiliano Lelli e Riccardo Magrini, che hanno fatto la storia del ciclismo italiano. Presente anche Marco Canuzzi, preparatore atletico di Mauro Cratassa ed esperto nell’avviamento e allenamento al paraciclismo. Patrocinato dal Comune di Viterbo e organizzato in collaborazione con le Terme Salus, la manifestazione benefica, ha lo scopo di far conoscere gli aspetti che si celano dietro ai successi di persone che vivono una quotidianità molto diversa da quella dei normodotati.

Testimonianze positive, di vite segnate da incidenti, che hanno deviato le aspettative future, regalando però la scoperta di un talento e di esperienze, inesistenti anche a livello progettuale nelle vite precedenti dei protagonisti. Una disciplina nuova la handbike, che appassiona e stupisce, regalando emozioni anche a livello olimpico e non solo al mondo della disabilità.

I campioni del ciclismo uniti a Podestà e Cratassa per parlare di sport e disabilità, regalando una possibilità a chi ancora vive questa condizione in maniera difficile e triste e per avvicinare i normodotati ad una realtà diversa, complessa ma di possibile integrazione con la nostra realtà. Molti gli ospiti che saranno presenti tra il pubblico in rappresentanza delle associazioni maggiormente accreditate e delle istituzioni.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.