Mara Venier e il caso Rai, in sua difesa arriva Belen Rodriguez: la “frecciata” della showgirl

Un “grave” capo di imputazione pesa sulle spalle di Mara Venier. Nel frattempo Belen Rodriguez ha scelto di intervenire in sua difesa.

Quanto accaduto sul palco del Teatro Ariston continua a scuotere l’opinione pubblica. Le recenti manifestazioni nazionali di fronte alle sedi Rai ne rappresentano la prova concreta.

Belen difende Mara Venier
Belen interviene in difesa di Mara Venier – etruriaoggi.it

Le parole di Ghali, pronunciate con sincera autenticità si sono trasformate in un caso, ancor più in riferimento alla lettura del cartoncino incriminato proveniente dalla penna dell’AD Roberto Sergio. Alcuni dipendenti del canale pubblico si sono dissociati dalle parole del vertice, sostenendo pubblicamente che Mara Venier non avrebbe dovuto fungere da tramite per l’espressione del suo personale pensiero in merito al conflitto israelopalestinese. La conduttrice, nel frattempo, è stata messa alla gogna.

In molti hanno sostenuto che la padrona di casa di Domenica In avrebbe dovuto, quanto meno, esprimere un veloce riferimento alle vittime palestinesi. Mara Venier si è invece limitata a leggere le parole di Roberto Sergio, interrompendo – tra l’altro – Dargen D’Amico durante il suo discorso in merito al tema dei migranti. L’atto della conduttrice di rispettare il volere dell’Amministratore Delegato è stato percepito come omertà e sottomissione.

Una scelta che, data l’età anagrafica e gli anni di carriera alle spalle, oggettivamente si sarebbe potuta permettere di non fare. Nelle ultime settimane “l’imputata” ha tentato di “scagionarsi”, invitando D’Amico negli studi televisivi di Domenica In e condividendo sui social l’esibizione di Ghali.

Mara Venier alla gogna, Belen interviene in sua difesa

In pochi sono intervenuti in favore di Mara Venier, questa volta l’opinione pubblica si è trovata relativamente d’accordo. Nel frattempo la conduttrice ha tentato disperatamente di esprimere il suo pensiero e giustificare la sua posizione. Non è suo compito difendere i palestinesi, laddove il suo capo le richieda di leggere un comunicato, in quanto dipendente Rai, è dunque suo dovere “obbedire”. Tuttavia, sarebbe bastato davvero poco per soddisfare la smania di giustizia del web. Quel “A nome di tutti” non è andato giù a molti.

Mara Venier nella bufera
Mara Venier alle prese con la gogna mediatica – foto: ansa – etruriaoggi.it

E così Belen Rodriguez è intervenuta, condividendo un post della conduttrice, un tentativo palese di manifestare il suo sostegno alla collega. “Si sbaglia sempre” – recita la citazione diffusa da entrambe le conduttrici – “Si sbaglia per rabbia, per amore, per gelosia. […] Si sbaglia perché non si è perfetti, si è umani. Affermazioni che per quanto giustissime presuppongono un’evidente ammissione di colpa, posizione che va in contrasto con quanto dichiarato da Mara Venier al Corriere della Sera. Se inizialmente la diretta interessata ha preferito autodifendersi, sostenendo che non avrebbe potuto fare altro, ora ha invece afferma – non troppo velatamente – di avere sbagliato.

Impostazioni privacy