Bucato: così risparmi su detersivi, bolletta elettrica e fatica, fallo subito

Il bucato è una delle voci di spesa ricorrenti in qualunque casa, tuttavia è possibile risparmiare molti soldi facendo solo attenzione.

Fare un lavaggio di indumenti, biancheria, prodotti per la casa vuol dire considerare i costi in bolletta quindi l’equivalente che viene speso per ogni bucato e anche talvolta l’asciugatura, i costi dei detersivi che hanno raggiunto prezzi assurdi, senza considerare le varie tipologie che si utilizzano per lavare i prodotti differenti, quindi la fatica di dover inserire tutto in lavatrice, tirarlo fuori, stirarlo.

Bucato risparmi soldi
Il sistema per risparmiare tanto sul bucato (etruriaoggi.it)

Oggi la soluzione c’è ed è sicuramente un’arma vincente per chi si occupa delle faccende di casa con un riscontro positivo per tutta la famiglia, senza per questo dover rinunciare alla pulizia o all’ordine.

Come risparmiare durante il bucato

Per risparmiare, anche quando si fa il bucato, bisogna avere delle regole. Un piccolo schema che possa aiutare nella vita di tutti i giorni e che sia concretamente d’aiuto per tagliare le spese eccessive. La prima cosa riguarda proprio il momento migliore per fare la lavatrice. Sembra una banalità ma non lo è affatto e non tutti i momenti sono uguali, soprattutto in termini economici.

Quello che si può fare è optare per il dopo cena perché in quelle ore e per tutta la notte i consumi sono più bassi, quindi è qualcosa che non costa molto dal momento che si può anche caricare prima e avviare dopo ma che fa una grande differenza in termini di spesa.

risparmi detersivi, bolletta fatica
Come risparmiare sul bucato (etruriaoggi.it)

Per quanto riguarda il capitolo detersivi, si spendono una media di 200 euro al mese, una cifra veramente impegnativa se si considera che sono circa 50 euro a settimana per fare il bucato. Questa spesa si può ovviamente tagliare, in primo luogo facendo attenzione a scelte mirate e consapevoli. Le cialde ad esempio sono molto più costose e hanno meno prodotto, quelli liquidi sono ottimali ma se ci si spinge verso prodotti biologici o non tossici ovviamente le cifre raddoppiano.

Il modo migliore quindi per procedere in questo senso è quello di trattare gli indumenti con il bicarbonato e il sale che sbiancano e disinfettano. Quindi passare al lavaggio con il Sapone di Marsiglia che costa poco ed è completamente naturale quindi non causa problemi di salute e per l’ammorbidente utilizzare l’aceto bianco che lascia un profumo perfetto e non intacca gli indumenti.

Per la gestione del tempo bisogna considerare invece di avere un’indicazione generale, quindi va bene voler suddividere tutte le cose ma non bisogna essere maniacali. Quello che si può fare è orientarsi da un lato con i chiari e gli scuri e dall’altra con l’intimo, gli indumenti come jeans e giubbini, e infine tutto il resto.

Impostazioni privacy