Enrico Brignano, il ricordo drammatico dell’attore: Mara Venier non riesce a trattenere le lacrime

Enrico Brignano commuove anche Mara Venier, il racconto drammatico del conduttore non può passare inosservato. Ecco le sue parole.

Non servono parole per spiegare chi è Enrico Brignano, conduttore, attore e showman di grande successo: un volto che il pubblico conosce e ama da moltissimi anni. Ma oggi torna al centro dell’attenzione per qualcosa di decisamente più privato che commuove tutti quanti.

Enrico Brignano dramma
Enrico Brignano – etruriaoggi.it

Sui social e in particolare modo sulla sua pagina Instagram, l’attore fa un racconto drammatico che in poco tempo attira l’attenzione di moltissime persone e anche di personaggi del mondo dello spettacolo, come Mara Venier che per sua stessa ammissione, non è riuscita a trattenere le lacrime.

Enrico mi hai fatto piangere, ti bacio” queste le parole della conduttrice di Domenica In che hanno trovato il benestare anche di moltissimi follower del romano. Ma entriamo nel particolare e scopriamo di che cosa si tratta.

Enrico Brignano ricorda il padre: “Continua a riposare in pace”

L’attore ha commosso tutti quanti, a distanza di dieci anni dalla sua morte, Enrico Brignano ha voluto ricordare suo padre Antonino con un ricordo social che ha colpito moltissimo e che in poco tempo, ha ricevuto l’abbraccio virtuale da parte di tantissime persone.

Enrico Brignano dedica social per il padre: le parole sono dolcissime
Enrico Brignano foto Ansa -etruriaoggi.it

Ciao Papà oggi sono dieci anni che non ci sei più noi, stiamo tutti bene grazie a Dio, mamma pure sta bene ogni tanto dimentica le cose ma di te non si dimentica mai… anche noi io, Rino non ti dimentichiamo mai!” ha scritto l’attore utilizzando proprio il tono di una lettera, come se stesse scrivendo a qualcuno che dall’altra parte è pronto a rispondergli e ancora: “Tra qualche giorno Niccolò farà un mese… e Martina sa colorare senza uscire dai bordi… Flora è Fantastica dovresti conoscerla un giorno… io ho preso qualche chilo… sto tentando in bici di recuperare…”.

Davvero delle parole di grande amore e dolore allo stesso tempo quelle del romano, che non ha mai nascosto di avere sofferto terribilmente per la morte del padre, arrivata in un momento in cui forse, nessuno di loro se lo sarebbe aspettato. Un padre, il suo che è stato accontentato con la nascita del suo secondogenito.

Lo so che ci tenevi e allora io e Flora abbiamo chiamato Niccolò come te si, di secondo nome… un giorno vorrei che tu lo prendessi in braccio è un bimbo bellissimo….Ti scrivo appena posso …tu continua a riposare in pace” ha poi concluso.

Impostazioni privacy