mercoledì 24 maggio 2017 21:31

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Instagram

Proprietaria trova i ladri in casa e viene aggredita, arrestata una donna in stato di gravidanza

SUTRI – I carabinieri della stazione di Sutri hanno arrestato una donna di origine serba di 31 anni e riaffidato ai familiari, in un campo nomadi di Roma, un minore di 13 anni, a seguito di un furto avvenuto in un appartamento a Sutri.

I fatti si sono verificati intorno alle 15,30 di ieri, quando la proprietaria di casa ha colto in flagranza la donna e il giovane all’interno dell’abitazione. I due hanno reagito strattonando la vittima e facendola cadere a terra priva di sensi. A quel punto i due stranieri sono fuggiti a bordo di un’auto. Nel frattempo è scattato l’allarme alla sala operativa del 112 che ha convogliato sul posto una pattuglia dei carabinieri della stazione locale che, subito dopo i primi accertamenti, hanno rintracciato l’autovettura con le due persone a bordo. Da una perquisizione personale, i militari hanno trovato nelle tasche della donna la somma in contanti di 150 euro e due collanine in oro appena asportate dall’abitazione dove aveva insieme al minore consumato il furto.

Per la donna sono scattate le manette per rapina impropria mentre il minore, come detto, è stato affidato alla nonna ed è rientrato al campo nomadi della capitale. L’arrestata, in stato di gravidanza all’ottavo mese, è stata accompagnata presso l’ospedale Belcolle di Viterbo dove è tuttora ricoverata e piantonata dai carabinieri in attesa del rito per direttissima.

La refurtiva, interamente recuperata, è stata posta sotto sequestro e sarà restituita alla proprietaria dopo l’udienza di convalida dell’arresto. La vittima della rapina è tornata a casa con una prognosi di sette giorni.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.